Carrie: UN SABATO DISTRUTTIVO


Come si era preannunciato da tempo la serata di sabato è stata veramente distruttiva, anche oltre le mie più pessimistiche previsioni, ma… come si dice: chi è causa del suo mal…

La giornata è partita con un aperitivo prima di pranzo, due cocktail dopo pranzo, aperitivo serale, cena con vino insieme alla mia amica Camy, drink pre-festa e poi via, con la Smart in direzione del Piccolo Paradiso, un nome una garanzia!
Ricordo solamente la prima mezz’ora dopo aver salutato quelle poche persone che conoscevo e la presentazione di alcuni amici della Camy.
Il guaio è che appena entrati ci siamo presi subito un coca e rhum, terminato ovviamente in pochi minuti e così ne è seguito subito un altro, anch’esso finito in pochissimo tempo e quindi abbiamo fatto anche un terzo giro.
Per cambiare poi ci siamo fatti fare un bel wodka tonic (o almeno credo, i ricordi cominciano a farsi offuscati da questo momento in avanti!) e poi, ma è rimasto solo nelle nostre intenzioni, era un programma il ritorno al coca e rhum.
Si, quella era l’intenzione, perchè di fatto mi sono svegliato 4 ore più tardi che dormivo per terra rannicchiato davanti al cofano della macchina, completamente coperto di foglie (ne ho trovate anche in posti che non pensavo di avere!).
A quel punto la mia amica era completamente ubriaca (fortuna che dovendo guidare lei aveva detto che alle 2 avrebbe smesso di bere!) e davanti alla sala c’era perfino un ambulanza che all’inizio credevo avessero chiamato per me!
La questione a quel punto era riassumibile in due fasi: trovare le chiavi della macchina, che abbiamo poi scoperto averle un nostro amico, e riprendersi a sufficienza per riuscire a tornare a casa, visto che lei era completamente impossibilitata perfino a riuscire ad infilare la chiave nella fessura!
L’importante è che siamo arrivati a casa sani e salvi, anche se poi ho passato l’intera domenica in stato comatoso!
Carrie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.