Carrie: L’INVOLONTARIA CRUDELTÀ DELL’AMORE

Girando spesso e volentieri per buona parte di Bologna, a volte per lavoro, altre per shopping e talvolta solo per non starmene seduto in casa, non di rado mi capita di incrociare il mio cammino con coppie gay mano nella mano, abbracciate, intente a scambiarsi veloci coccole e impegnate a baciarsi.
Cosa estremamente frequente nella Bologna capitale gay.
Ma vedere queste scene vestendo i panni del single, non è esattamente la miglior attrazione della giornata.
Pensandoci bene: non è forse proprio quello che facevamo io e Mr. Micro quando stavano insieme?
Lungi da me l’idea di criticare una felice coppia, la mia è 1 parte di invidia e 4 parti di tortura, un cocktail altamente pericoloso.
Sono felicissimo per i due ragazzi sul mio stesso autobus mentre sto tornando a casa: uno sui 38 anni, l’altro sui 25.
Quello più giovane non perde occasione per appoggiare la testa sulla spalla dell’altro, mettergli una mano sul fianco, abbracciarlo e accarezzargli un orecchio.
Abbiate pietà per un povero single!
Vero: in questo momento i miei pensieri sono tutti incentrati sul guagliuncello, nonostante il periodo di troieggiamento folle prima di conoscerlo, ora ho solo lui come priorità.
Però, nonostante ci sia lui adesso nella mia vita e non abbia alcun interesse verso nessun altro ragazzo, l’assistere a scene simili ha un certo effetto su di me: quanto vorrei essere io e il mio ragazzo sull’autobus a coccolarci.
Chissà poi se ci fosse proprio lui…
Ma così facendo saremmo noi a torturare eventuali spettatori.
Quand’è che superiamo la soglia che ci divide fra essere la vittima ed il carnefice?
Non credo potrà mai esserci un equilibrio, è un confine troppo marcato, non ha spazi intermedi: o sei il single e quindi vittima, oppure fidanzato e carnefice.
Di certo non possiamo pretendere che una coppia stia a trattenersi dallo scambio di attenzioni, suvvia chi mai potrebbe andare da loro e dire:”Vi prego, abbiate pietà per noi povere zitelle inacidite e state almeno a 2 metri l’uno dall’altro”?
Al tempo stesso il Comune di Bologna non può fornire a tutti i single un paio di paraocchi per evitare di guardarsi attorno, non sono nemmeno di moda.
Non ci resta altro da fare se non imparare a convivere: noi single continueremo a morire d’invidia, ma una volta fidanzati sfoggeremo tutto il nostro amore.

Carrie

0 commenti su “Carrie: L’INVOLONTARIA CRUDELTÀ DELL’AMORE

  1. oh cielo…
    io l'ho fatto… e anche più di una volta!
    – sul treno di ritorno da una trasferta di lavoro… una coppietta di adolescenti si scambiava carezze languide sul treno stracolmo di gente, enunciando una marea di strinzate (se scrivo la parola giusta magari arriva la censura?) clamorose da far venire il diabete anche ai puffi, e quando il controllore era a un metro e mezzo da loro, lo chiamai ad alta voce dicendo se poteva multare " 'sti due piccioncini in calore prima che si xxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxxx all'altezza della stazione di Rubiera!"
    – in autobus andando al lavoro altra coppietta etero di ragazzini delle superiori, proprio davanti alla porta per scendere, alla mia fermata gli ho chiesto (sempre a voce alta) se avevano intenzioni di farci scendere o di farci "assistere all'ennesimo leccaggio delle tonsille!"
    – al lavoro coppietta adulta si teneva per mano e spingeva un carrello alla stessa velocitàdi un corteo funebre composto da vecchi novantenni zoppi… quando si sono fermati – di nuovo – si sono dati un bacio che da dietro riuscivo a vedere le lingue… da gran sputtanatore li demotivai chiedendo loro se sarei riuscito a passare avanti prima che arrivassero ad adempiere ai loro obblighi coniugali in mezzo alla corsia. (beh, non ho detto proprio così ma l'ho ripulita e non poco!)
    Per ricapitolare, si, sono uno zitello inacidito, sputtanatore, e dotato di una voce a volume altissimo! Ah, dimenticavo, un tantino eterofobo! :-p
    Davanti ad una coppia gay non so come reagirei, ma sicuramente non mi fa un bell'effetto…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.