Carrie: MISSION IMPOSSIBLE

Da domenica mattina a mercoledì, nell’arco di 80 ore e poco più, la mia vita è stata sottoposta ad un ritmo più che frenetico, quasi sconvolgente.
Domenica, ore 00:20 partiamo per Rimini, destinazione Classic, noto locale gay, insieme al gigante buono, Miranda, un nostro amico ed a…un puffo.
Non è cattiveria, io stesso non eccello in altezza, ma ho un testimone che può confermarlo: il tacco 15 sarebbe stato d’obbligo.
Il risultato della serata è abbastanza scontato: il gigante ed io a gironzolare tenendoci a debita distanza dalla dark e relativo giardino esterno (nel periodo estivo lo scopatoio raddoppia), Miranda in giro in versione diva 2.0 e il nano malefico perennemente attaccato a lui.
Non credo sia un cattivo ragazzo, ma non mi ha dato nessun input per credere il contrario, tranne una fugace presentazione appena saliti sulla macchina.
Non posso nemmeno dire che sia un brutto ragazzo, è solo una sensazione a pelle alimentata dalla sua asocialità ed una battuta detta forse nel modo e tono sbagliato in un contesto del tutto particolare: durante il viaggio di rientro appena svegliatosi da tre quarti d’ora di sonno.
Ok, detto in questo modo sembra quasi che voglia giustificarlo e così non è, sono istintivo, baso molto il mio giudizio sulla prima impressione a pelle e qui sembra proprio che abbia fatto centro.
Non sono mancati i tentativi di abbordaggio, ma uno di quelli rivolti a me rasenta la maniacalità.
Stavo ballando col gigante nella pista esterna e, all’improvviso, mi ritrovo una mano sul pacco ed una sul culo, mi volto e vedo la coppia accanto a me che mi guarda.
Non ci sarebbe nulla di cui meravigliarsi, se non fosse che uno dei due era una donna.
Nei giorni successivi le giornate sono state abbastanza intense per via di alcune chattate (non vi nascondo che il fine ultimo era del sano sesso) e per le uscite con la Camy.
Nel primo caso il risultato è una serie di tre appuntamenti.
Non male starete pensando, normalmente nemmeno io direi il contrario, se non fosse che stiamo parlando di due attivi ed un versatile le cui dotazioni sono 26, 27 e 28 cm.
Da quando fanno le iniezioni di botox al pene?!?
Aidan, in questi giorni è via per motivi di famiglia, cerca di sdrammatizzare un po’ via sms suggerendo l’uso di vasellina e lubrificanti, ma qui non si parla più di sesso, ma di una rettoscopia!
Nel secondo caso le ore di sonno si sono drasticamente ridotte a causa della Camy, non che prima potessi dormire chissà quanto, ma se le tue occhiaie raggiungono le dimensioni ideali per svolgere la funzione di porta-iPhone, qualche domanda bisogna cominciare a porsela.
Il copione delle ultime due sere è stato il medesimo: visita ad un amico della Camy, anche se ieri sera ci siamo superati in follia.
Io appollaiato su di uno sgabello a causa delle mie vertigini, non riuscivo fisicamente ad andare oltre, loro due stravaccati sul tetto, sdraiati sulle tegole a guardare le stelle.
Ad un certo punto ho visto una bellissima stella cadente e l’unica cosa che sono riuscito a dire è stata: “Nonna schiatta!”.
Presto vi parlerò in maniera più approfondita della mia vecia babbiona, la stessa che mi ha fottuto il vibratore… Almeno capirete che il mio astio affonda in buone ragioni.
In tutto questo, come se fosse un contorno, Miranda ed il suo innamoramento per un etero.
Io ci sono già passato con Paolino, è stato tremendo e faticoso, ma il tutto si è evoluto ed oggi posso affermare che lui è stato il più grande amore della mia vita.
Miranda è ancora nella fase “turbinio degli elementi”, deve mettere a fuoco la situazione e rendersi conto del quadro generale e di tutte le sue complicazioni.
Anche se fosse bisex la situazione, nel suo complesso, sarebbe troppo ingarbugliata.
Non mi resta altro che strigliare Miranda, comprare una confezione in formato industriale di lubrificante e prepararmi alle vicissitudini del gigante buono, questi sono gli obbiettivi del momento.
Per il resto ho in mente un’analisi psicologica di me stesso attraverso le persone che mi vogliono bene, ottimo materiale per un nuovo post o, forse, una valida attenuante al loro omicidio se risponderanno nel modo sbagliato.
Vi terrò aggiornati!
Carrie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.