Carrie: RIPARLIAMONE!

IMG_1019Se ben ricordo ho già usato questo titolo, ma questo non vuol dire che non possa riutilizzarlo nuovamente.
In fin dei conti in questo angolino di web parlo di me, quindi posso permettermi il lusso di essere ripetitivo, non nei contenuti, ma per un titolo spero di si.
In questo preciso istante sono in un pub nel centro di Bologna con la mia adorata Charlotte, che qui lavora.
Ne approfitto per fare spudoratamente anche un po’ di pubblicità a questo splendido angolino bolognese…

Si chiama Steam Station, un pub in stile steam punk tutt’altro che scontato.
Se passate da Bologna (o se siete di Bologna) dovete assolutamente provarlo, se non lo fate una Carrie inferocita potrebbe uscirci dall’armadio in camera vostra con le intenzioni più bellicose,altro che l’uomo nero! 😛
Non sapete l’indirizzo? Ma Google per cosa esiste?!?
Vabbè, se siete tanto pigri da non voler sforzare le vostre falangi, sappiate che questo locale si trova in via Riva di Reno n. 37C, adesso non avete più scuse.
Quasi quasi potrei decidere di scrivere post solo quando sono qui…

Tornando a noi, ho compiuto l’ennesima rivoluzione nella mia vita, stravolgendo ogni passato e presente in futuro di un non ben definito futuro.
Tanto mi conoscete meglio di me, sapete cosa stia intendendo.
Per i neofiti del blog tengo a precisare che ho preso la mia vita precedente, ho tenuto stretti a me gli insegnamenti acquisiti dal passato, ma per il resto ho appallottolato tutto il mio essere e l’essere stato per gettarlo nel primo cassonetto dell’immondizia disponibile, che a Bologna ormai sono diventati rari.
Carrie oggi ha una connotazione ed una definizione del proprio io ben precisa, forse merito della lunga reclusione post operatoria, ma di certo non sono più interessato a sperperare le mie energie verso persone immeritevoli.
Così, anche se con una punta di dispiacere, ho posto la parola fine a varie conoscenze rimaste latenti o non approfondite quanto avrebbero meritato.
In primis il ragazzo cubano.
Se vedi che la ricerca dell’altro e scostante da ambo le parti, è inutile ostinarsi. Ci puoi provare, puoi tentare di costruire un rapporto che in realtà non c’è, ma prima o poi dovrai scontrarti con la triste realtà: non ti trascina abbastanza.

Dal reset di due settimane fa ho fatto passi da gigante: ho chiuso con il passato, ho ricercato un nuovo punto di inizio ed una mia nuova consapevolezza di chi sia e di ciò che cerco e, per finire ma non meno importante, una nuova chance con questo mondo.
Il bello di ricominciare tutto da capo è proprio nelle mille opportunità che ti si aprono dinnanzi, eppure non tutte sono quello che cerchi, ma scremando, come ormai fai da… ehm… da tempo… non ti dovresti meravigliare più di tanto se vuoi trovare qualcosa di profondo, o meglio, più profondo di una scopata.
Ed ecco comparire 4 ragazzi.
D., un ragazzo molto giovane eppur molto più maturo degli altri.
Parto da lui per il semplice motivo che è il più distante e , probabilmente, quello che sarà depennato per primo dalla lista, visto il suo odio verso i serpenti (Gin e Meredith non escono da casa mia, i miei pitoni sono come figli per me).
Poi c’è un russo… sai che novità, direte voi. Invece vi stupirò: vive a Rimini!
Molto carino (per lo meno secondo i miei canoni estetici), adoro parlare con lui in lunghissime chattate, ma al momento non c’è stata ancora l’occasione per vederci (colpa mia).
Dopodiché ci sono addirittura due bolognesi, uno in particolar modo sta avendo un ascendente su di me non indifferente.
Se sia Mr Big o meno non posso saperlo, ormai ho smesso di cercarlo nei volti e nell’anima del prossimo, quando arriverà saprò vederlo ma non devo più cercarlo, ma di sicuro posso dire che questo mio coetaneo (quindi implume ahahahahah) ha a suo favore molti lati positivi oppure misteriosi.
In questo preciso nessuno dei quattro ha le credenziali per essere chiamato Big, ma credo ci siano buoni presupposti per almeno due di loro, ma senza conoscerli di persona (per lo meno senza aver conosciuto di persona almeno uno di loro due) non sono in grado di sbilanciarmi più di tanto nei soliti pronostici che, in fin dei conti, si sono sempre dimostrati fallimentari.
Ebbene si, Carrie ha tirato fuori le palle.

Un bacio,  non voglio tediarvi ulteriormente, preferisco tenere i dettagli per un nuovo, futuro ed imminente post.

Un bacio

Carrie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.