Carrie: LA RINASCITA

Gay and the city - Carrie - la rinascita Oggi mi sono reso conto di aver fatto un enorme passo avanti nella mia vita, un nuovo equilibrio che da troppo tempo stavo aspettando, ma che al tempo stesso è risultato essere la risposta a tanti miei quesiti.
I dubbi “in corso d’opera” si incentravano tutti sullo stesso tema: il periodico fallimento di ogni mia nuova conoscenza.
Ultima in ordine cronologico il ragazzo cubano che ha improvvisamente cambiato umore e sembra al momento più intenzionato a tornarsene a casa che restare per vedere cosa possa nascere.
Ma quella che fino a poco tempo fa era l’idea che mi ero fatto davanti a questi fatti, ha oggi finalmente mostrato la sua vera forma.
Non sono loro che gradualmente hanno perso interesse, voglia di conoscersi o chissà cos’altro, il solo problema ero io perché ero ancora alla ricerca del mio equilibrio interiore.
Finalmente l’ho conquistato, c’è voluto davvero una marea di tempo per riuscire a girare una maledetta pagina del libro della mia vita, importante e tremenda al tempo stesso, specialmente sul lato emotivo.
Ora sono libero, mi sento davvero una persona nuova, più forte e con il sorriso in volto in ogni momento, Carrie ha ritrovato se stesso.
Forse questo interminabile periodo di castità mi ha permesso di capirmi fino in fondo concentrando ogni attenzione ed energia solo su me stesso, senza le mille complicazioni che il sesso comporta.
Anche se non credo che la mia astinenza possa continuare a lungo, intendo continuare ancora per un po’ a godermi questo mio ritrovato vigore.
Ed ecco la soluzione del bandolo della matassa: non essendo io in grado fino a quel momento di poter portare avanti una nuova conoscenza poiché non avevo preso coscienza di me stesso in primis, automaticamente in me scattava un meccanismo di graduale disinteresse verso chi in realtà mi voleva stare vicino.
Certo, alcuni capitoli degli ultimi anni non rientrano in questo ragionamento per ben ovvi motivi, ma nella stragrande maggioranza dei casi è avvenuto proprio questo.
Sono felice di aver raggiunto un tale livello di conoscenza di me stesso, ora che mi sento rinato posso di nuovo affrontare il mondo ed uscire da quel guscio che mi ero costruito.
In fin dei conti per poter stare insieme a qualcuno, non devi prima stare bene con te stesso?

Carrie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.