Carrie: HELP ME!

Sono sempre più convinto che trovare la persona giusta sia un vero e proprio lavoro, meriterei uno stipendio per questo.
Il problema non è conoscere nuove persone, quanto riuscire a scremare dalla bolgia qualcuno per cui valga la pena di spendere un po’ del proprio tempo ed attenzioni.
È passata ormai più di una settimana ed il chiarimento col 43enne fatica ad esserci.
Dal canto suo ha deciso di sparire: stop ai messaggi online, fine degli sms, chiamate e qualsiasi altro metodo di comunicazione.
A malapena risponde se sono io a scrivere…
“Bello, guarda che non ho intenzione di sacrificare energie per te, se ho mai corso dietro a qualcuno era perché lui meritava di essere rincorso, ti conosco a malapena e devo ancora riuscire a capirti”.
Per un pochino mi prenderò una pausa dagli uomini, tranquilli, non ho alcuna intenzione di diventare lesbica, solo una parentesi di tempo da dedicare a me stesso, magari con un po’ di sesso come contorno, ma nulla di più.
Nel mentre c’è un altro esaurito che orbita attorno a me: sto parlando di Aidan.
Con oggi sono 5 giorni che sua madre è venuta a trovarla e gli effetti collaterali si vedono tutti.
Nelle ultime 36 ore il suo carattere, prima allegro, folle e altruista, è improvvisamente mutato in arroganza, strafottenza e cafonaggine.
Un amore di persona.
Oggi per due volte mi sono dovuto trattenere: la prima dal mandarla a fan###o, la seconda volta mi sarebbe piaciuto assestarle un ceffone.
La sua fortuna è che, per il mio credo, la non violenza è fondamentale.
È vero che gli uomini non dovrebbero sfiorare una donna nemmeno con fiore, ma a noi gay è concessa l’opzione borsettata e, in un caso simile, ricorrerei alla mia Vuitton scura, dotata di una capienza non indifferente.
So che la continua presenza di sua madre la sta logorando, hanno due caratteri in perenne conflitto fra loro, lei stessa me l’ha scritto in un messaggio ed è per questo che ho cercato di farmi scivolare addosso i suoi comportamenti e le sue parole di questi giorni.
Come vedete è un periodo pieno di onde anomale.
In compenso mi è venuta un’idea, per il momento appoggiata da tutti, in cui sarete coinvolti anche voi.
Sto per creare un blog gemello con cui commentare i locali che frequento.
La mia prima idea è stata “A cena con Carrie” ma, non parlando solo di cibo e ristoranti, il nome non sarebbe completo.
Una sua evoluzione, suggerita da Aidan, mi convince ancora meno: “A spasso con Carrie”.
Cercavo qualcosa che fosse d’impatto, ma al momento non mi viene in mente nulla e qui scendete in campo voi.
Cosa suggerite come nome?
Lasciate i vostri suggerimenti nei commenti qui sotto, i quattro più belli saranno messi al voto unitamente ad una mia proposta.
Ora torno a gironzolare su internet per vedere se mi viene l’ispirazione.
Buona notte a tutti!

Carrie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.